" Il nostro scopo è essere utili agli allevatori "

(Cit. Presidente ABC Luigi Russo)

 

68 Concorso Ornitologico Bolognadi Antonio PETRAROLI - 31 agosto 2018

Il tempo trascorre veloce, troppo veloce. Mi sembra solo ieri che, con una telefonata, mi fu proposto di occuparmi della grafica e dell’informatica della Mostra Specialistica di Bologna. Ho sempre adorato la Mostra di Bologna ed il suo ideatore, l’ing. Carboni. Non ci sono mostre simili in nessun altra parte del mondo: eventi dove la partecipazione è così diretta, così rappresentata – quest’anno a Faenza saranno ben 18 i club presenti ufficialmente - e dove sono gli stessi allevatori a scegliere, per il tramite dei loro club di appartenenza, i giudici più capaci che possano davvero garantire loro il giusto riconoscimento per il lavoro selettivo svolto.

Nel 2014, presidente già Luigi Russo, concordammo un piano a medio/lungo termine, praticamente un quinquennale, che ci avrebbe portato a valorizzare proprio la base, la parte più importante di tutto il nostro movimento: gli allevatori e la loro passione... perchè "il nostro scopo è essere utili agli allevatori!". Siamo quindi partiti con lo sviluppo del nuovo sito dell’associazione (questo) e con un progetto grafico di cui già da subito ne percepimmo la rilevanza.

Ma andiamo per gradi. Innanzitutto a me non piacciono i cambiamenti repentini. Sono per l’innovazione certo, ma ritengo che bisogna dare il suo tempo ad ogni processo e aspettare che venga metabolizzato gradualmente. Per cui nelle bozze della copertina del catalogo 2015, pur cercando immediatamente di valorizzare quelli che sono gli elementi cardine della mostra (coccarde, giudizio a confronto, premi ed il riferimento quasi gogliardico alla modernità digitale oramai onnipresente), decidemmo di mantenere parte della grafica degli anni passati. Sul retro del catalogo il messaggio: “Noi puntiamo sulla qualità, sull’emozione e sul valore didattico del giudizio a confronto e sull’allegria dello stare tutti insieme!!”. Che è poi lo spirito promotore dell’intero evento.

 

Copertina Catalogo 2015

Anche per il 2016, celebrativo del nostro settantenario, l’idea era la medesima: seguire la linea programmatica definita - probabilmente la comprenderete solo alla fine di questo articolo – innovando un po’ alla volta ma muovendosi dalla base del solido passato. Questo atteggiamento è stato mantenuto anche nell’organizzazione della mostra stessa, sia nella collaborazione coi club e coi giudici esteri, sia nella logistica, sia nello sviluppo informatico del nuovo programma di gestione.

Copertina catalogo 2016

Possiamo quindi notare in questa copertina, ma anche sul retro, il disegno del prof. De Baseggio, nostro illustre socio, che anticipa già il passaggio successivo e la solida base di cui si parlava, la collaborazione coi club e coi giudici inglesi. Il nostro intento era quello di iniziare ad introdurre un elemento che fosse presente, e già ben radicato, nell’immaginario di ogni allevatore specializzato: io credo che ognuno di noi abbia una copia del libro “Campioni e razzatori” e che lo consideri un po’ come “La Bibbia” degli allevatori. Scelta facile, praticamente un gol a porta vuota… sulla scorta dell’ormai inflazionato “ti piace vincere facile”! La copertina del testo del “Professore” rappresenta per ognuno di noi la “Specializzazione” per antonomasia e, dal nostro subconscio, rievoca l’idea di professionalità e competenza scientifica applicata all’allevamento dei canarini.

C’è poi ancora, in questa copertina, un riferimento gogliardico…ma è per pochi. Non tutti riusciranno a notarlo.

 Copertina catalogo 2017 2018

Anno 2017, oramai ci siamo, si intravede quasi distintamente il risultato finale del nostro progetto, che diventa del tutto palese con la copertina del 2018. Oramai evidenti anche le dimensioni del lavoro che ci siamo autoimposti. Lavoro paziente… che vede già le sue prime fasi nel corso della mostra dell’anno precedente quando, non senza difficoltà, ci si premura di fotografare, nel miglior modo possibile e con l’aiuto dei rispettivi proprietari, i soggetti vincitori. Lavoro minuzioso… che si estrinseca in una miriade di espressioni pubblicitarie sui social, sulla rete e, non ultimo, sul nostro catalogo e nel corso stesso della Specialistica. Lavoro ripagato… dal suo grande impatto quale forma di “glorificazione” dei nostri allevatori e della loro grande passione.